2 novembre 2012
vittorio_grilli.

CORRETTA LA LEGGE DI STABILITÀ. GOVERNO IN AFFANNO

La legge di stabilità comincia ad assumere una fisionomia completamente diversa a seguito delle modifiche in sede parlamentare. Sono stati eliminati gli interventi sull’IRPEF e le risorse recuperate  sono state destinate a una riduzione del cuneo fiscale invocata a gran voce sia dalle imprese che dalle organizzazioni sindacali. È stato possibile, anche, evitare l’aumento dell’aliquota IVA del 10 per cento.Sono da evidenziare due considerazioni.La prima è che, nella nuova stesura, la manovra guadagna sia in termini di equità che in termini di spinta allo sviluppo.La seconda è che il problema ha portato a riscoprire una singolare sintonia fra il Partito […]
30 ottobre 2012
Nello Formisano

GLI ELETTORI CHIEDONO UNITÀ DEI PROGRESSISTI E DEI MODERATI DI SINISTRA

  di Nello Formisano –  I risultati delle elezioni regionali siciliane non sono facili da interpretare, in quanto derivano dalle spinte contrastanti che pervadono la società e la politica in questa complessa fase di transizione.Però, alcuni segnali sono chiari.Il centrosinistra ha una maggioranza non ampia ma sufficiente per governare. Nella terra del 61 a 0 è un evento di grande significato che indica la fine definitiva di un periodo buio per il nostro Paese.I cittadini hanno mostrato di essere più saggi dei politici. Si sono pronunciati in modo inequivocabile per l’unità, penalizzando quelle forze che, sia pure con motivazioni legittime, […]
28 ottobre 2012
mario monti.

LEGGE DI STABILITÀ A RISCHIO. URGONO CORREZIONI DI LINEA

Nel momento in cui Berlusconi rivolge al governo dei tecnici un attacco sguaiato con uno stile e con argomentazioni più vicine a Grillo che ai moderati, il Presidente del Consiglio si dichiara orgoglioso dei risultati raggiunti e consapevole degli errori commessi. Sui risultati, tranne Berlusconi, Grillo e qualche altro epigono di un populismo inconcludente e pericoloso, siamo tutti d’accordo.Per quanto riguarda gli errori, invece, non si può non constatare che Monti mostra un pesante deficit di chiarezza e di coerenza.Di chiarezza perché dovrebbe precisare quali sono questi errori, onde aprire un confronto in Parlamento e nel Paese.Di coerenza perché nel […]
26 ottobre 2012
Silvio Berlusconi

LA RINUNCIA DI BERLUSCONI NON MODIFICA LE GERARCHIE DEL PDL

Che Berlusconi non si sarebbe candidato a premier lo si era capito da tempo. Che abbia fatto un passo indietro è tutto da dimostrare. Il suo principale avversario, Romano Prodi e il suo alleato più fedele, Umberto Bossi avanzano dubbi. Sua figlia Marina dice che non si tratta di un addio. La realtà è che il PDL rimane un partito personale.Nelle ultime settimane l’ex Presidente del Consiglio ha cambiato idea molte volte, senza che nessuno, tranne qualche personaggio minore, osasse contraddirlo.Ora che ha dato, in solitudine come si conviene a un monarca, l’annuncio che sembra definitivo, lo ha accompagnato con […]