4 gennaio 2013

I marò tornano in India. A breve la riapertura del processo

I due marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono rientrati in India allo scadere della licenza natalizia concessa loro dalle autorità dello Stato del Kerala, dichiarando la loro piena fiducia nella giustizia di quel paese. Nei prossimi giorni riprenderà il processo a loro carico.Hanno posto termine in questo modo alle speculazioni politiche di chi voleva candidarli al Parlamento e alle furbizie di quanti suggerivano espedienti giuridici per sottrarsi, nonostante gli impegni presi, ai Tribunali indiani.Al di là delle questioni di competenza e di colpevolezza che rimangono impregiudicate, la correttezza di Latorre e Girone è un punto importante a loro […]
4 gennaio 2013

Bene il Milan contro il razzismo. Male l’arbitro e il sindaco di Busto Arsizio

Ferma posizione del Milan che ha interrotto una amichevole con la Pro Patria per cori razzisti contro alcuni giocatori di colore, in particolare contro Boateng.Un plauso alla società rossonera e, in particolare, al suo capitano Massimo Ambrosini che si è presa la responsabilità di ritirare la squadra dal campo.È la prima volta, in Italia, che una partita viene interrotta per motivi di razzismo e ci auguriamo che sia un precedente per una politica più ferma contro queste frange di tifoseria che devono essere emarginate.Due note stonate. La prima riguarda l’arbitro.I cori duravano da tempo. Il direttore di gara non ha […]
2 gennaio 2013

La Camera di Washington discute la Legge anti fiscal cliff

La legge anti fiscal cliff votata a larghissima maggioranza dal Senato degli Stati Uniti è in bilico alla Camera. I repubblicani  minacciano di non votarla se non sarà approvato un emendamento con tagli di spesa per 330 miliardi.Se non dovesse raggiungersi un accordo scatterebbe un taglio automatico delle spese con effetti molto pesanti sull’economia statunitense che finirebbe in recessione con una perdita di quattro punti di PIL.Gli Stati Uniti sono in ansia e anche il resto del mondo teme una nuova fase di riduzione della produzione e dell’occupazione.Ma Obama non è disposto a trovare un compromesso.
2 gennaio 2013

Monti vorrebbe ridurre le tasse ma non sa né quando, né come.

Il governo Monti vuole ridurre la pressione fiscale di un punto, iniziando dalle aliquote più basse.L’obiettivo è condivisile, ma è troppo generico per essere credibile.Non sono indicati i tempi per giungere al risultato. Si potrebbe ipotizzare che si tratti di un punto ogni anno, obiettivo non irraggiungibile, ma è solo un’ipotesi. Anche perché il fatto che l’Esecutivo voglia iniziare dalle aliquote più basse potrebbe significare che probabilmente, solo queste ultime  sarebbero interessate al calo almeno in fase iniziale.In conclusione si può solo dire che il governo vorrebbe ridurre le tasse ma non sa né quando, né come, tranne generiche indicazioni […]