7 gennaio 2013

La Francia ripensa la supertassa sui ricchi

Il governo francese riproporrà per il 2014 la super tassa sui redditi oltre il milione di euro.La nuova formulazione terrà conto delle osservazioni del Consiglio Costituzionale secondo il quale deve essere considerato il reddito familiare e non quello individuale.Si ipotizza anche una riduzione dell’aliquota che renda meno indigesta l’imposta ai super ricchi in  rivolta.Nel frattempo Depardieu sta acquistando casa a trenta chilometri da Mosca. Si ipotizza che Putin possa offrirgli un incarico di governo per sfruttare meglio l’effetto mediatico della vicenda.  
7 gennaio 2013

Entrate tributarie +3,8% Ma la crisi pesa e frena.l’Iva

Nei primi undici mesi del 2012 le entrate tributarie sono aumentate del 3,8 per cento rispetto ai primi undici mesi del 2011. In valore assoluto le entrate sono state pari a 378 miliardi di euro.Le imposte dirette sono salite del 4,8% (+9,4 miliardi di euro).Le imposte indirette fanno rilevare un incremento complessivo del 2,6% (+4,3 miliardi di euro). Si registra un minore gettito IVA dell’1,8 per cento.
7 gennaio 2013
nicola-tranfaglia

LE CONTRADDIZIONI DI MONTI

L’OPINIONE di Nicola TranfagliaOrdinario di Storia Contemporanea presso l’Università di Torino L’attuale presidente del Consiglio, Mario Monti, è entrato in politica (dopo aver dichiarato per circa  un anno che non l’avrebbe fatto) con l’idea di creare un’aggregazione di “moderati “capaci di attrarre tutti quelli che non se la sentivano di schierarsi a destra con il PDL e a sinistra con il PD e i suoi alleati e nello stesso tempo  salvaguardando la sua “agenda” che ha solo parzialmente aggiornato rispetto al programma già attuato durante il  governo “tecnico”.Fin qui nulla di strano o poco accettabile. Quello che invece si è […]
6 gennaio 2013
bossi e maroni

STIPENDI EXTRA E REGALINI: LA LEGA DEGLI SCANDALI ANCORA ALLA RIBALTA

Neppure il tempo di archiviare gli innumerevoli scandali di via Bellerio ed ecco che la Lega torna ad essere protagonista della cronaca giudiziaria. Lo fa a poche settimane dal voto e soprattutto a discapito di quell’immagine di Lega Nord rinata, tanto decantata dal segretario Roberto Maroni una volta subentrato a Umberto Bossi. In effetti, all’ex ministro dell’Interno, che in questi ultimi mesi ha fatto di tutto per riportare il suo partito, in versione credibile, sulla scena politica italiana, devono essere sfuggite parecchie cose. Devono essergli sfuggite le spese “pazze e facili” del Carroccio a Palazzo Madama.In meno che non si […]