13 gennaio 2013

Isola del Giglio: un anno fa la tragedia

L’isola del Giglio ricorda il primo anniversario della tragedia della Costa Concordia. Lo fa commemorando il ricordo delle 32 vittime, stringendosi al dolore dei parenti e al ricordo dei naufraghi di quella notte: ma soprattutto con il riposizionamento in mare dello scoglio contro il quale la nave da crociera, quella fatidica notte del 13 gennaio scorso, si schiantò prima di naufragare. È stato il suono prolungato delle sirene dei traghetti a salutare il ritorno in mare dello scoglio de Le Scole: lo scoglio era stato strappato dalla Concordia ed era rimasto conficcato nella lamiera per diversi mesi. Oggi è stato […]
13 gennaio 2013

Egitto: revisione del processo per Hosni Mubarak

Nuovo processo per Hosni Mubarak: lo ha deciso la Corte di Cassazione egiziana, accogliendo il ricorso dell’ex rais e del suo ex ministro dell’Interno, condannati a giugno scorso all’ergastolo per l’uccisione di manifestanti durante le proteste egiziane del 2011: quelle che portarono alla caduta del regime e spianarono la strada all’elezione del presidente islamista Mohamed Morsi. Mubarak, i suoi due figli Alaa e Gamal, l’ex ministro dell’Interno e sei alti funzionari del ministero dell’Interno, dunque, saranno processati di nuovo. La data del nuovo processo non è ancora stata fissata, ma fino ad allora tutti dovranno rimanere in carcere, in quanto […]
13 gennaio 2013

Cina: inquinamento record. Cittadini in casa

Inquinamento atmosferico record a Pechino, dove, superati i livelli di guardia e alzato al “livello giallo” lo stato di allerta, si temono seri rischi per la salute dei cittadini. Le autorità cinesi, infatti, invitano tutti gli abitanti a non uscire di casa. La raccomandazione riguarda soprattutto anziani e bambini e coloro che hanno problemi respiratori o cardiovascolari. È da due giorni che una folta coltre di nebbia avvolge diverse aree della Cina centrale e orientale, portando a livelli altissimi l’inquinamento da microparticelle e rendendo difficili i trasporti. Ufficialmente il livello di inquinamento delle polveri sottili (il cosiddetto PM 2,5) è […]
13 gennaio 2013

Il sistema creditizio sotto accusa

La crisi economica deriva, oltreché dalla bassa competitività del sistema industriale italiano, anche da una stretta creditizia senza precedenti che trae origine non da una decisione delle autorità monetarie, nazionali o comunitarie, ma da dinamiche poste in essere in autonomia del sistema creditizio. Anzi, nei primi undici mesi del 2012 la BCE ha immesso liquidità in misura rilevantissima nel mercato. Le banche italiane hanno ricevuto dalla Banca Centrale Europea 201,7 miliardi a un tasso dell’1 per cento. Di questi ben 139,8 miliardi sono stati destinati all’acquisto di titoli di Stato. Nonostante l’abbondanza di liquidità, nel periodo in esame, rispetto allo […]