28 gennaio 2013

Brasile, incendio in discoteca: 240 ragazzi morti

È di circa 240 vittime il bilancio di un incendio divampato in una discoteca di Santa Maria, nel sud del Brasile, durante uno spettacolo pirotecnico. Al momento del rogo all’interno del locale c’erano oltre duemila persone. Le fiamme sarebbero state causate da razzi pirotecnici lanciati dal palcoscenico da una band che si esibiva. Oltre alle vittime, per la maggior parte adolescenti, ci sarebbero anche 48 feriti. Secondo le prime ricostruzioni della polizia locale, un bengala sparato dalla band che si esibiva sul palco ha colpito il soffitto della discoteca, appiccando le fiamme a un materiale di plastica usato per l’isolamento […]
28 gennaio 2013

CasaPound esclusa in Marche, Umbria e Molise

La lista di CasaPound Italia non è stata ammessa alle elezioni nelle circoscrizioni di Marche, Umbria e Molise. La decisione è della Cassazione: il movimento neofascista aveva presentato ricorso , dopo l’esclusione decretata dagli uffici elettorali per 15 firme ritenute non valide, ma questo ricorso è stato respinto. Non si è fatto attendere lo sdegno dei responsabili del movimento: “Il clima di sciatteria, disinformazione e piccola prepotenza burocratica che circonda la nostra candidatura – ha commentato al riguardo Gianluca Iannone, presidente di CasaPounf Italia – è vergognoso. L’Italia è diventata davvero una repubblica delle banane dove tutto è possibile”. Le […]
28 gennaio 2013

Antisemitismo nella Capitale nel Giorno della Memoria

Nuovi slogan contro la Shoah proprio nel Giorno della Memoria, nato per ricordare la tragedia dell’Olocausto. È successo a Roma Capitale, nel quartiere Ostiense e in pieno centro al Colosseo: qui sono comparsi cartelloni e striscioni, che negano l’Olocausto ed offendono la comunità ebraica. Nello specifico, sono due i cartelloni negazionisti apparsi nel quartiere Ostiense, a piazzale della Radio, assieme ad uno striscione dello stesso genere e ampiamente antisemita appeso al Colosseo. Quest’ultimo recitava: “Al cospetto di nostro signore riceverete la nostra punizione. Israele boia”, utilizzando i caratteri tipici del ventennio. Forte l’indignazione del sindaco Gianni Alemanno e della comunità […]
28 gennaio 2013
nicola-tranfaglia

RIFORMARE LA TELEVISIONE ITALIANA SUL MODELLO DELLA BBC

                                                                                      L’OPINIONE di Nicola TranfagliaOrdinario di Storia Contemporanea presso l’Università di Torino  E’ stata necessaria un’iniziativa del sindacato dei giornalisti radiotelevisivi (l’USIGRAI) perché, sia pure con titoli smilzi e nascosti nelle pagine interne, si ricominciasse a parlare sui quotidiani (sempre meno diffusi, purtroppo) nei giorni scorsi di una questione che è centrale per la democrazia repubblicana: l’assetto dell’informazione pubblica […]