30 gennaio 2013

Al Tribunale di Milano i processi durano meno.

Il Tribunale di Milano ha presentato il Bilancio sociale che si sofferma, in particolare sui tempi della giustizia. nel settore penale un processo con rito monocratico dura, in media, 148 giorni, mentre per un processo davanti a un collegio la media è di 283 giorni.Le cause civili arrivano a sentenza, in media, in 950 giorni. Le cause di lavoro, invece, si concludono in 248 giorni.In tutti i riti Milano è nettamente più veloce rispetto alla media nazionale.
30 gennaio 2013

Franco Gallo eletto Presidente della Corte Costituzionale

Franco Gallo, Ordinario di Diritto Tributario presso la Facoltà di Giurisprudenza della Luiss di Roma, è il nuovo Presidente della Corte Costituzionale. Gallo che è stato anche ministro delle Finanza nel governo Ciampi, fu nominato giudice costituzionale dallo stesso Ciampi, Presidente della Repubblica nel 2004. Rimarrà in carica fino al settembre prossimo.La sua prima dichiarazione è stata sui ricorsi di legittimità relativi ai decreti per l’Ilva di  Taranto. Il neo Presidente ha assicurato che la Corte farà di tutto per accelerare la decisione e, in particolare, che saranno dimezzati i termini della procedura.
30 gennaio 2013

GdF: nel 2012 sequestrati 3,8 mld. alle mafie

Oltre alla lotta all’evasione fiscale vi è un altro fronte sul quale la Guardia di Finanza ha registrato per il 2012 ottimi risultati:è l’attività di contrasto alle mafie.  Tre miliardi e 800 milioni di euro: ammonta a questa cifra il capitale sottratto alla criminalità organizzata, tra beni mobili, immobili e denaro contante, nell’anno appena concluso. Lo rende noto un rapporto delle Fiamme Gialle, con il quale la GdF ha illustrato le attività più redditizie per la malavita. Per quanto riguarda il traffico di stupefacenti, i controlli hanno consentito il sequestro di oltre 30 tonnellate di droga tra hashish, cocaina, eroina […]
30 gennaio 2013

Arriva l’elettroshock per smettere di fumare?

Smettere di fumare? Arriva l’elettroshock. Sarebbe questa, secondo uno studio effettuato dalla McGill University, la terapia vincente per far sparire il vizio del fumo. Niente cerotti alla nicotina e tanto meno sigarette elettroniche, dunque, perché per allontanare il desiderio di fumare si potrebbero applicare elettrodi al cervello. Si tratterebbe di un elettroshock delicato. La ricerca avrebbe localizzato le aree del cervello dove risiedono gli stimoli del fumo, azionati dalla semplice vista di un pacchetto di sigarette o dall’offerta da parte di un conoscente. In una zona della corteccia prefrontale risiede proprio il controllo del desiderio legato al fumo. Una stimolazione […]