1 marzo 2013

Tragedia all’Ilva: muore un operaio per crollo ponteggio

Tragedia all’Ilva di Taranto. Un operaio è morto ed un altro è rimasto ferito per il crollo di un ponteggio. La vittima aveva 42 anni. L’altro ferito non è in pericolo di vita. L’uomo deceduto cadendo da un ponteggio si chiamava Ciro Moccia, 42 anni, dipendente. Il ferito è Antonio Lidi, 46 anni, della ditta appaltatrice Md. I due operai, secondo quanto riferisce la Fim Cisl, sono caduti dal piano di carico della batteria n.9. E’ la stessa Fim Cisl a chiedere che si accertino subito le responsabilità di quanto accaduto e proporrà a Fiom e Uilm un’iniziativa di 24 […]
1 marzo 2013

Rifiuti: Bassolino, Iervolino ed altri amministratori condannati a risarcire

Lavoratori pagati, ma non utilizzati per la raccolta dei rifiuti: la Corte dei Conti ha condannato sette ex amministratori del Comune di Napoli, tra cui gli ex sindaci Antonio Bassolino e Rosa Russo Iervolino, e l’ex assessore e neo-deputato Massimo Paolucci, al risarcimento del danno. La somma ammonta a circa sei milioni di euro. Ognuno dei sette condannati, per la magistratura, dovrà sborsare una cospicua somma di denaro. Secondo la Corte dei Conti, gli ex amministratori devono risarcire il danno per non aver mai utilizzato nella raccolta dei rifiuti lavoratori regolarmente pagati. La vicenda è quella dei 362 lavoratori dell’Ente […]
1 marzo 2013

Thyssenkrupp, pene ridotte per tutti gli imputati

Pene ridotte per tutti gli imputati del processo Thyssenkrupp, lo stabilimento di acciaio torinese all’interno del quale il 6 dicembre 2007, per un incendio, morirono sette operai. La Corte d’assise d’appello di Torino ha riformato la condanna di primo grado nei confronti dell’amministratore delegato della Thyssen, Harald Espenhah, riducendo la condanna a 10 anni per omicidio colposo. Sono state ridotte le pene anche per gli altri imputati per omicidio e incendio colposo (con colpa cosciente): Raffaele Salerno, responsabile dello stabilimento torinese, è stato condannato a 8 anni e mezzo; Gerald Priegnitz, membro del comitato esecutivo dell’azienda e il dirigente Marco […]
28 febbraio 2013
beppe_grillo

BERSANI E IL GOVERNO DELLA NON SFIDUCIA. COME ANDREOTTI NEL 1976

La proposta di Bersani di un accordo con il Movimento 5 Stelle ha suscitato accese polemiche. Polemiche più che giustificate, considerate le distanze politiche e programmatiche fra il Partito Democratico e la formazione che fa capo a Grillo.Però, l’idea ha un fondamento, perché dalle elezioni è uscito un Parlamento senza una maggioranza predeterminata e a situazioni eccezionali non si può non rispondere con soluzioni eccezionali.Tra l’altro, la proposta non è nemmeno una novità nella storia dell’Italia repubblicana.Quelli che la considerano stravagante non hanno cultura politica e non hanno memoria.Se si torna indietro di 37 anni, al 1976, si trova un […]